Come è fatto un pavimento in resina?

L’utilizzo della resina nel settore edilizio ha origini antiche, tuttavia solo da un paio di decenni abbiamo iniziato a sfruttarla per la pavimentazione. Inizialmente infatti veniva impiegata come collante, poi per la creazione di condotti e pannelli, e solo successivamente – circa a metà degli anni Novanta – come pavimento. Il suo utilizzo era relegato a pavimenti industriali o comunque commerciali, e solo molto lentamente è entrata in punta di piedi nelle nostre case.

Per questo non tutti sanno come si presenta un pavimento coperto in resina, e non si rende conto delle infinite possibilità che può esplorare – a livello di design per esempio – con questo tipo di materiale.

Un pavimento in resina all’esterno si presenta come una superficie liscia e omogenea, senza quindi quelle fastidiose fughe ben visibili che caratterizzano gli altri tipi di pavimenti. Questo effetto

Cosa sono le Hobbit Hole e perché non possiamo più farne a meno

Dalla visione creativa di un’azienda americana, precisamente la Wooden Wonders, sono nate le casette in legno Hobbit Hole. Queste costruzioni, tutte realizzate in artigianato e personalizzabili, sono una vera chicca da tenere in giardino, che ne risulterebbe subito impreziosito.

I prefabbricati in legno vengono usati maggiormente per lo svago e la privacy dei più piccoli, che possono avere un loro spazio all’esterno di quello familiare – ma comunque vicino alla loro casa, e quindi in un ambiente sicuro e facile da monitorare. Tuttavia ci sono alcuni modelli destinati ai nostri amici a quattro zampe: si tratta di vere e proprie strutture polifunzionali costituite da piccole e grandi gabbiette. Tutte le tipologie di Hobbit Hole sono strutture abbastanza piccole, leggere e facili da trasportare. Le dimensioni infatti non superano mai i 60 metri quadri. In

È sicuro farsi un piercing sulla mano?

Tra i tanti posti in cui possiamo farci un piercing la mano è uno di quelli meno sfruttati. Questo perché, essendo una parte del corpo delicata e molto utilizzata quotidianamente, potremmo correre dei rischi. Per evitare spiacevoli incidenti, ed essere consapevoli di cosa ci attende, è consigliabile informarsi al meglio sull’argomento – proseguendo la lettura o visitando www.piercingsulweb.it.

Se abbiamo deciso di farci un piercing sulla mano abbiamo di fronte a noi due possibili opzioni: possiamo optare per un surface, oppure scegliere un microdermal. Nel primo caso avremo un piercing che attraversa la pelle da parte a parte, e sulla mano sarà invisibile la barra che unisce entrambe le estremità, che invece spunteranno fuori. Nella seconda ipotesi invece avremo un piccolo innesto sottopelle, realizzato in titanio o acciaio chirurgico, che lascerà a vedersi solo il piccolo gioiello

Struttura e descrizione di un pavimento laminato

Sebbene a un primo sguardo possa trarci in inganno, un pavimento laminato non è realizzato in legno – come invece il parquet. Proprio per questo è spesso preferibile al parquet, soprattutto in quegli ambienti dove sarebbe impossibile fare uso di legno (come in bagno, o in altre stanze prettamente umide). Utilizzando il laminato avremo dei costi di manutenzione minimi, pari quasi a zero, e anche il prezzo dell’installazione in sé è minimo – soprattutto se messo a confronto con quelli legati al parquet.

Questo tipo di pavimenti sono caratterizzati da una struttura stratificata. Per ottenere tale risultato viene impiegato un procedimento detto pressofusione, ovvero si provvede a pressare dei pannelli di vari materiali, precedentemente impregnati di resine termoindurenti. Questi strati hanno un ordine ben preciso: al centro ce n’è uno in fibra di legno e resine, detto

Vantaggi di un pavimento in parquet

Quello di poter camminare a piedi scalzi su di una superficie liscia e omogenea non è l’unico vantaggio di avere un pavimento in parquet. Ce ne sono infatti una sfilza, ampiamente descritti su www.parquetsulweb.it, che di seguito andremo ad analizzare.

Tra i primi benefici che possiamo trarre da una pavimentazione in parquet troviamo sicuramente le sue capacità isolanti. Tale materiale infatti è un ottimo isolante termico e acustico. Ciò significa che tutti i suoni saranno attutiti dal legno (pensiamo allo strusciare delle sedie sul pavimento, il rumore dei tacchi alti, svariati oggetti che ci cadono di continuo dalle mani…), a patto che venga posato a regola d’arte: in caso contrario potrebbe scricchiolare sotto i nostri piedi e produrre rumore, anziché eliminarlo! Per quanto riguarda l’isolamento termico invece è bene dire che il legno, ma anche gli strati

Piastre per capelli mossi

Benché le piastre per capelli, nello specifico quei modelli di piastre per capelli che sono adatte a lisciare i capelli che siano naturalmente ricci, siano state pensate inizialmente proprio per chi possedeva capelli naturalmente molto ricci e spesso anche indomabili, ad oggi sono disponibili talmente tanti modelli in commercio, e sono tante le caratteristiche e funzionalità che è possibile trovare in una piastra per capelli che sia adatta a lisciare ed acconciare ogni tipo di capelli. In particolare, analizzeremo le caratteristiche che deve avere una piastra per capelli per poter lisciare ed acconciare senza problema i capelli che siano naturalmente mossi.

La temperatura adatta a lisciare, acconciare e procedere allo styling di capelli naturalmente mossi, ovvero che si trovano a metà strada tra i capelli lisci e quelli ricci o a boccoli, è considerata del tipo medio – alta, e

Impianto fotovoltaico: funzionamento e caratteristiche

L’impianto fotovoltaico è un sistema in grado di generare corrente elettrica, sfruttando i raggi solari. I pannelli fotovoltaici riescono, infatti, a trasformare l’energia solare in energia elettrica. Il risultato? Basse emissioni di anidride carbonica nell’aria e una quantità di energia capace di soddisfare un intero edificio. Il resto dell’energia può anche essere venduta al gestore elettrico così da mettere in moto un procedimento di incentivazione statale, ammortizzando i costi dell’investimento. Non è mica male, vero? Gli impianti fotovoltaici sono caratterizzati da piccole celle solari; i pannelli rappresentano il cuore dell’impianto. Questi elementi, infatti, trasformano le radiazioni solari in volt e dunque in energia elettrica. Davanti ai nostri occhi ci ritroviamo delle piccole piastrelle di colore nero o blu scuro e che hanno una lunghezza di circa 10 centimetri.

Queste piastrelle, realizzate in silicio, vengono ricoperte da una sottile lastra di

Guida ai camini a pellet

Sono uno dei sistemi di riscaldamento più gettonati del momento. I camini a pellet rappresentano un passo in avanti sul fronte del riscaldamento ecologico. A far colpo sui consumatori sono la resa termica e la possibilità di poter fruire di un combustibile naturale. E non solo. Anche il costo vuole la sua parte perché inferiore rispetto a quello dei combustibili fossili. Le emissioni di gas inquinanti sono inoltre di gran lunga inferiori. Il pellet, che viene ricavato dal legno vergine e senza corteccia, è un materiale ecologico e pulito. La realizzazione di camini a pellet è servita a contribuire a riciclare un combustibile, che fino a qualche anno fa non era utilizzato.

I camini a pellet sono caratterizzati da un focolare chiuso che serve a trattenere il calore per un periodo maggiore di tempo e a spargerlo in modo

Aceto come antitarlo

Chi ha mobili in legno in casa, avrà vissuto almeno una volta nella vita questa triste esperienza. Vi è mai capitato di ritrovare dei piccoli fori sul comò della camera da letto e a terra della polverina chiara? Se la risposta è affermativa significa che i vostri mobili sono stati assaliti dai tarli. Si tratta di insetti che si nutrono della polpa del legno e che sono noti proprio con l’appellativo di tarli del legno o dei mobili. Il problema non va affatto trascurato se non vogliamo finire col buttare nell’immondizia i nostri pezzi d’arredo. I fori, praticati dai tarli, sono anche capaci di compromettere la stabilità dei mobili. Non resta, dunque, che passare all’attacco. La fase migliore per attivarsi è quella che precede la primavera: tra maggio e giugno, infatti, i tarli sono soliti deporre le uova.

Frasi e aforismi sugli abbracci

Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè.

Perché la colazione deve essere abbondante”. Le parole di Charles M. Schulz rendono molto chiara l’idea. Gli abbracci possono far iniziare meglio una giornata perché sono un chiaro segnale di affetto e di vicinanza. Ci si stringe tra parenti, amici, innamorati, ma un abbraccio non ha di certo un valore inferiore se fatto tra sconosciuti. “Abbracci gratis” è infatti il nome dell’iniziativa sociale, nata in Australia e che si è diffusa in tutte le città del mondo a partire dal 2004. Ci si stringe in luoghi pubblici: in strada, nei parchi e nelle piazze. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di garantire a chiunque un atto spassionato di gentilezza.

Attraverso gli abbracci viene prodotto l’ormone della felicità, ossia l’ossitocina, che ci consente in quei magici secondi