Come guarire in fretta un tatuaggio?

Dobbiamo pensare al tatuaggio come a una ferita, che ha bisogno di riguardi e accortezze per poter guarire al meglio. Questa cura inizia non appena il tatuatore avrà impresso l’ultima linea, e prosegue per un lasso di tempo più o meno lungo – a seconda della risposta della nostra pelle, del punto in cui è stato fatto il tatuaggio, e dalla presenza di infezioni o meno. Se vogliamo che il disegno non sbiadisca in fretta, e non vogliamo che si rovini permanentemente in seguito a una sepsi, allora dobbiamo avere costanza e dedizione.

A tatuaggio finito la nostra pelle in quel punto sarà arrossata e infiammata. Per lenire il bruciore dobbiamo provvedere subito ad applicare sull’area interessata una crema specifica per i tatuaggi, che dovremo far assorbire per bene prima di coprire con una garza. Per qualche ora dobbiamo tenere il bendaggio, che ci eviterà il contatto di germi e batteri durante le ore più delicate. Per questa operazione possiamo usare delle creme specifiche, oppure chiedere consiglio al farmacista. Le più note sono: il Bepanthenol, la Pasta Fissan e la Babygella, che idratano l’area infiammata. Se invece ne vogliamo una creata per i tattoo le prime scelte sono la Jail Break Tattoo Cream oppure la Tattoo Defender.

Dopo aver eseguito una prima medicazione, dovremo provvedere a lavare il tatuaggio per eliminare tutte le tracce di inchiostro in eccesso, pelle morta e sangue secco. Prima di farlo dovremo lavare accuratamente anche le mani, per evitare contatto con batteri. Inutile dire che dovremo essere delicati in questa fase, e usare esclusivamente acqua tiepida. Anche la scelta del sapone è importante: usiamone uno a PH neutro, che non irriti ulteriormente la pelle. Possiamo asciugare poi l’area tamponando con un panno morbido, oppure facendola seccare all’aria. Finito il lavaggio dobbiamo applicare di nuovo la crema, come abbiamo fatto la prima volta. Questa routine va eseguita almeno 2 volte al giorno, per tutto il tempo necessario affinché la ferita guarisca del tutto.

Per non vanificare tutti gli sforzi fatti sarà meglio indossare abiti larghi e in cotone (o altra fibra naturale e morbida), ed evitare di graffiare o intruppare la parte del corpo appena tatuata.