È sicuro farsi un piercing sulla mano?

Tra i tanti posti in cui possiamo farci un piercing la mano è uno di quelli meno sfruttati. Questo perché, essendo una parte del corpo delicata e molto utilizzata quotidianamente, potremmo correre dei rischi. Per evitare spiacevoli incidenti, ed essere consapevoli di cosa ci attende, è consigliabile informarsi al meglio sull’argomento – proseguendo la lettura o visitando www.piercingsulweb.it.

Se abbiamo deciso di farci un piercing sulla mano abbiamo di fronte a noi due possibili opzioni: possiamo optare per un surface, oppure scegliere un microdermal. Nel primo caso avremo un piercing che attraversa la pelle da parte a parte, e sulla mano sarà invisibile la barra che unisce entrambe le estremità, che invece spunteranno fuori. Nella seconda ipotesi invece avremo un piccolo innesto sottopelle, realizzato in titanio o acciaio chirurgico, che lascerà a vedersi solo il piccolo gioiello che si trova all’estremità esterna. In entrambi i casi possiamo incorrere a numerose controindicazioni, prima tra tutte il rigetto – sebbene ci siano maggiori possibilità che avvenga con il surface, è possibile contrarlo anche con un microdermal.

La mano è un punto del corpo molto particolare, che ogni giorno entra in contatto con ogni sorta di germi e batteri. Per tale ragione riscontrare infezioni potrebbe essere molto facile, soprattutto se facciamo il piercing nei mesi caldi e non possiamo coprirlo almeno un po’ con i guanti. Un altro modo sicuro di contrarre un’infezione è quello di sbattere il piercing molto spesso. Questo avviene di continuo nel caso delle mani, e oltre a entrare in contatto con dei germi in questo modo rischiamo anche di strappare via il piercing (se per esempio rimaniamo incastrati in qualcosa).

Teniamo conto, prima di procedere, che molto spesso è difficile mantenere un simile piercing. Questo accade perché le nostre mani entrano in contatto continuamente con acqua, guanti e vari tipi di oggetti. Avendo una guarigione lenta (di circa 8 settimane) dovremo badare bene, almeno nei primi giorni, a non perdere il piercing, non sbatterlo e non entrare in contatto con ambienti potenzialmente sporchi e infettivi. Per tutti questi motivi consigliamo un’attenta analisi e meditazione in merito al punto esatto dove intendiamo mettere il piercing.