Robot da cucina: materiali, marche e prezzi

Quanto contano i materiali, il brand e il prezzo nella scelta di un robot da cucina? Scopriamolo insieme. L’importanza dei materiali utilizzati per la realizzazione di questi preziosi alleati domestici è indubbia, in quanto condizionano le performance e la durata degli apparecchi in oggetto, che si distinguono in due tipi: con caraffa in vetro o in plastica. I primi costano di più, per quanto ultimamente anche i secondi con il serbatoio di plastica abbiano raggiunto, grazie a trattamenti specifici, una buona qualità. In ogni caso, il vetro resta il materiale principe, per quanto più fragile, in quanto più adatto alla lavorazione degli alimenti, essendo inodore e non rilasciando alcuna sostanza.

L’eterno duello che vede schierati su opposti fronti i piccoli elettrodomestici da cucina, fra cui appunto i robot, riguarda poi i materiali più impiegati per la fattura di questi apparecchi e cioè la plastica o l’acciaio, sebbene esistano modelli ibridi che montano componenti in entrambi i materiali. Ci sentiamo di sconsigliare non tanto l’uso generalizzato della plastica, ma il suo utilizzo per le lame che, invece, devono essere affilate e taglienti, requisiti che solo l’acciaio è in grado di garantire. Oltre ai materiali, è il brand a fare la differenza anche nel prezzo. Ormai non si contano i marchi dei migliori robot da cucina presenti sul mercato, sono moltissimi i produttori che hanno scommesso sul successo di questi performanti food processor, fatto sta che la firma continua ad avere il suo peso, non fosse altro che per l’affidabilità maturata e la qualità del brand che spesso ha la meglio se messo a confronto con altri meno noti. 

In materia di robot da cucina gode di fulgida fama Kenwood, leader di settore, ma non è da solo, a fargli compagnia un nutrito gruppo di competitors, da Philips a Moulinex ed altri che non stanno di certo a guardare. Correlato al brand è anche il prezzo, che fa leva anche su altre specifiche indicative delle performance e delle peculiarità del prodotto. Chi ha un budget sotto 100 euro non potrà permettersi che un robot basico in plastica, non è detto che sia mediocre ma di certo non può aspirare ai migliori modelli di mercato, che partono da 250 euro in su.